FAQ – domande frequenti

Per toglierti qualche dubbio ecco una lista di domande che più frequentemente riceviamo

Argomenti:


Attestati

D.: Rilasciate un attestato di partecipazione alla fine di un corso?
R.: Al termine di ogni corso rilasciamo un attestato di partecipazione col titolo del corso, il numero delle ore ed il nome del docente/i.

D.: Alla fine del corso c’è un test o la produzione di un elaborato/tesina?
R.: No, coerenti con la nostra metodologia non richiediamo alla fine di un corso né un test né un elaborato. La metodologia è attivante e durante il corso le partecipanti sono coinvolte nei sottogruppi per elaborare aspetti sollecitati dalla presentazione degli argomenti. Questo fa si che gli argomenti vengano più facilmente assorbiti e applicati alla propria realtà e non si necessita di prove di apprendimento.

D.: Non trovo più il mio attestato di partecipazione, posso richiedervi una copia?
R.: Si, inviandoci il nome del corso e la data di svolgimento. Se urgente le mandiamo un pdf via mail, e l’originale glielo inviamo via posta normale.

D.: Sto per concludere il mio 7° corso finalizzato all’attestato finale di Educatrice Perinatale, è automatico riceverlo ?
R.: Non è automatico perchè deve comunicare via mail alla segreteria del MIPA, almeno una settimana prima dell’inizio del suo 7° corso, l’elenco di tutti i corsi svolti con le relative date.


Corsi di formazione in generale:

D.: Chi può partecipare ai vostri corsi di formazione ?
R.: I nostri corsi di formazione o aggiornamento sono aperti agli operatori socio-sanitari (ostetriche, psicologi, medici, fisioterapiste, infermiere pediatriche, educatori professionali, ….), ad operatori non sanitari come quelli provenienti dalle scienze sociali, educative e motorie. Sono aperti anche a professionisti che lavorano a vario titolo nell’ambito del benessere e della prevenzione. Sono aperti anche a donne che vogliono sostenere alla pari altre donne e madri.

Invece, il corso sulle emergenze nel parto è aperto solo alle ostetriche e ai medici, mentre quello sul parto in casa solo alle ostetriche.

D.: Fornite del materiale durante i corsi? Le slides del docente vengono date ai partecipanti?
R.: Nei nostri corsi forniamo sempre una dispensa cartacea che in genere ha le slides del docente o il materiale necessario per seguire il contenuto del corso. In molti corsi chiediamo anche di portare una chiavetta usb per poter caricare materiale aggiuntivo.

D.: Cosa devo portare ai corsi?
R.: Indumenti comodi perché siamo a terra sul tatami e cuscini. Un quaderno per appunti e penna. Il proprio Codice Fiscale e/o Partita Iva e gli estremi per la fattura. Per alcuni corsi è richiesta una chiavetta usb pulita e libera per registrare parte del materiale didattico (riceverà la richiesta con le raccomandazioni per il corso alcune settimane prima dell’inizio del corso stesso)

D.: Se volessi ripetere un corso già fatto con voi?
R.: Lo può ripetere se non c’è una lista di attesa al corso. Quando si ripete uno stesso corso è previsto uno sconto del 50%.

D.: Se dovessi arrivare in ritardo oppure dover partire prima della fine del corso, è possibile?
R.: Ogni caso deve essere esaminato. Quindi chiediamo di contattarci o mandare una mail con la richiesta.

D.: Sto allattando, posso portare il bimbo al corso di formazione con me?
R.: Il Mipa supporta le mamme con i bimbi e le famiglie in allattamento, accudimento e coccole. I bimbi fino a 6 mesi o che non gattonano possono rimanere nella sala con la mamma durante il corso. Per bimbi più grandi si richiede il supporto di un accompagnatore che sta col bimbo fuori dalla sede (nella bella stagione c’è parco Ducos vicino…) mentre la mamma è impegnata nelle attività del corso; avendo una sola sala l’accesso sarà a bisogno per l’allattamento.

D.: Ci sono corsi dedicati solo alle ostetriche?
R.: Si, il corso sulle emergenze nel parto e quello sul parto in casa.

D.: Posso registrare durante il corso e posso fare fotografie?
R.: Le eventuali foto e/o registrazioni vengono effettuate esclusivamente dallo staff del MIPA al solo scopo didattico. Quindi sono vietate le registrazioni e le foto con cellulari o ausili personali. In alcuni corsi questo materiale verrà dato su chiavetta usb ad esclusivo utilizzo didattico per sé e non è divulgabile al di fuori del contesto del corso di formazione fatto.

D.: Qual è la differenza tra gli IAN ed i CAN?
R.: La differenza tra IAN (Incontri di Accompagnamento alla Nascita) e CAN (Corsi di Accompagnamento alla Nascita) sta nell’evoluzione delle parole che accompagnano gli intenti e gli approcci: molti anni fa si parlava di corsi di psicoprofilassi ostetrica (e molte donne si chiedevano cosa fossero), poi si è cominciato a chiamarli corsi di preparazione al parto, dopodiché l’orizzonte si è giustamente allargato alla nascita includendo anche l’esperienza del neonato e successivo periodo; i corsi vorrebbero dare una connotazione meno didattica diventando appunto Incontri per enfatizzare la parte interattiva e di condivisione nel gruppo.


Corsi Acquaticità:

D.: Corso Acquaticità bambini o-12 mesi, la parte pratica sarà con bambini?
R.: Il primo giorno la parte pratica sarà simulata con bambolotti mentre il secondo e terzo giorno avremo in acqua i genitori con i loro bambini per fascia d’età per interagire col gruppo dei partecipanti al corso.

D.: Per partecipare ai vostri corsi di acquaticità è necessario avere un brevetto o patentino?
R.: Non è necessario o obbligatorio avere brevetti di istruttore di nuoto o di bagnino.

D.: Viene rilasciato un patentino?
R.: Rilasciamo come tutte le Scuole di Formazione un attestato di partecipazione. I nostri corsi sull’Acquaticità sono diretti ad operatori del settore (sanitario e non), e non esistono corsi più abilitanti di altri e/o brevetti/patentini istituzionali specifici per abilitare a condurre corsi di acquaticità in gravidanza o neonatale. Probabilmente la domanda fa riferimento al CSEN-CONI (Centro Sportivo Educativo Nazionale), il quale è un Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal CONI che ha come principale finalità la promozione, lo sviluppo e la pratica sportiva. I nostri corsi non hanno nulla a che fare con lo sport, alle donne gravide non insegniamo ad intraprendere attività sportive. I nostri corsi sono di tipo educativo e di promozione alla salute anche attraverso il movimento moderato.

D.: Quando concludo il corso di acquaticità, sarò in grado di fare un corso con le donne in attesa o con i bambini 0-12 mesi accompagnati dai loro genitori?
R.: I corsi sono esperienziali e molto pratici. La parte pratica in piscina è supportata anche da contenuti teorici. I corsi forniranno gli strumenti utili per organizzarli e gestirli.

D.: Serve nuotare per partecipare ai corsi di acquaticità?
R.: Non serve saper nuotare perché l’obiettivo è il movimento in acqua e non il nuoto; inoltre la piscina che viene utilizzata ha una profondità di 120-140 cm.

D.: Sono in gravidanza posso partecipare al corso di acquaticità o movimento?
R.: Certamente! Tuttavia essendo un corso intensivo con molta pratica ogni partecipante sarà incoraggiata a seguire i propri ritmi e bisogni.


Corsi Allattamento:

D.: Ho frequentato il modulo base (20 ore OMS/Unicef) con un altro Ente o Associazione, posso accedere al vostro corso avanzato?
R.: Certamente. È necessario inviare via mail l’attestato di partecipazione ed il programma svolto precedentemente. Alcune persone hanno tuttavia trovato utile ed interessante fare anche il nostro corso base in quanto la metodologia utilizzata è particolarmente attivante e la docente Tiziana Catanzani è molto competente ed aggiornata.

D.: Sono una mamma che vuole aiutare altre donne, posso partecipare al corso sull’allattmento?
R.: Si, è auspicabile che ci siano più donne che vogliono sostenere altre mamme. Questa rete di sostegno è prevista ed incoraggiata dal 10° Passo dell’Iniziativa Ospedale Amico dei Bambini, direttive UNICEF/OMS. L’allattamento è un bene comune e più persone hanno informazioni adeguate più si contengono miti e sentiti dire!


Corso completo 7 gg:

D.: Per il corso estivo di 7 giorni, se volessi partecipare ad un solo modulo, sarebbe possibile?
R.: Si, si può partecipare ad uno solo o a due moduli. Tuttavia, se il gruppo fosse numeroso, la priorità verrà data a chi partecipa al corso completo.

D.: Alla fine del corso c’è un test o la produzione di un elaborato/tesina?
R.: No, coerenti con la nostra metodologia non richiediamo alla fine di un corso né un test né un elaborato. La metodologia è attivante e durante il corso le partecipanti sono coinvolte nei sottogruppi per elaborare aspetti sollecitati dalla presentazione degli argomenti. Questo fa si che gli argomenti vengano più facilmente assorbiti e applicati alla propria realtà e non si necessita di prove di apprendimento.


Corso formazione professionale sul Perineo, 100 ore:

D.: Ho un attestato come riabilitatrice urogenitale/perineale, posso accedere direttamente alla vostra formazione professionale?
R.: No, per partecipare alla formazione professionale di 100 ore richiediamo il corso base “Perineo Edizione Speciale” di 30 ore sull’anatomia esperienziale; questo a prescindere da qualsiasi formazione di base o successivi corsi specifici abbia chi richiede l’iscrizione.

D.: Chi può partecipare a questo corso?
R.: Il corso è aperto a tutte le professioni. Più frequentemente nei gruppi abbiamo ostetriche, fisioterapiste, insegnati di lavoro corporeo di varie discipline, medici, educatrici perinatali.


Crediti ECM:

D.: I corsi di formazione MIPA danno diritto ai crediti ECM?
R.: I nostri corsi non danno crediti ECM. Dal 2011 abbiamo scelto di non accreditarli più. Questo perché dopo un’esperienza decennale da provider e organizzatore di corsi con crediti ecm siamo rimasti profondamente delusi dal sistema che ha portato nel tempo ad aumentarne i costi.


Educatrice Perinatale:

D.: Cos’è una Educatrice Perinatale?
R.: L’Educatrice perinatale si presenta come una figura di sostegno e supporto sociale. L’Educatrice Perinatale sostiene, alla pari, il gruppo di mamme, organizza e tiene incontri con le mamme/coppie in gravidanza e nei mesi dopo la nascita. Coinvolge il gruppo, propone, informa, sensibilizza, promuove…. Collabora, come facilitatrice, con le ostetriche ed altre figure sanitarie che vengono coinvolte per trattare alcuni argomenti specifici e di competenza durante gli Incontri di Accompagnamento alla Nascita.

D.: È un titolo riconosciuto?
R.: Non è ufficialmente riconosciuto. L’Educatrice Perinatale nei paesi nord-europei è una figura riconosciuta dalle Istituzioni da oltre 60 anni, mentre in Italia è una delle tante figure non ancora istituzionalizzate. Tuttavia l’Istituto Superiore di Sanità ha richiesto la docenza di Piera Maghella dal 2007 (che è Educatrice Perinatale e nostra Docente MIPA) per svolgere attività formativa per operatori socio-sanitari che si occupano dei CAN (Corsi di Accompagnamento alla Nascita) presso alcune ASL. (Rapporto ISTISAN 12/39 dal sito dell’ISS)

D.: Chi può accedere alla formazione come Educatrice Perinatale?
R.: Ai nostri corsi possono accedere professionisti socio sanitari e non. Il percorso è aperto anche a quelle mamme che vogliono sostenere alla pari altre donne (così come previsto ed auspicato dal 10° Passo dell’Iniziativa Ospedale Amico dei Bambini – direttive UNICEF/OMS). Il percorso che proponiamo nella formazione di Educatrice Perinatale è richiesto ed apprezzato anche da molte ostetriche che da anni conducono i corsi di accompagnamento alla nascita.

D.: Quanti corsi devo fare ? in quale ordine? In quanto tempo?
R.: Il MIPA propone un percorso di base partecipando ad almeno sette corsi monotematici (di almeno 150 ore formative) da concludere nell’arco di quattro anni e non necessariamente in ordine così come viene qui di seguito elencato: 1. Metodologia, 2. Movimento oppure Acquaticità in gravidanza, 3. Visualizzazioni, 4. Parto attivo oppure Capire e Contenere Dolore e Paura nel Parto, 5. Dopo la Nascita, 6. Allattamento, 7. Altro a scelta.   Il corso estivo di 7 gg che comprende Metodologia di conduzione, Visualizzazioni e Movimento sono considerati 3 corsi.

D.: Quando raggiungo il mio 7° corso, cosa devo fare?
R.: Ad ogni corso rilasciamo un attestato di partecipazione mentre alla conclusione del 7° corso rilasciamo l’attestato finale di Educatrice Perinatale (completo dei titoli dei corsi svolti, del periodo in cui sono stati svolti e del monte ore). È necessario che chi conclude il percorso invii in tempo utile (almeno una settimana prima dell’inizio del 7° corso) una mail alla segreteria del MIPA elencando i titoli dei corsi frequentati e la data di svolgimento.

D.: Come educatrice perinatale dove posso lavorare?
R.: Essenzialmente in ambito privato ed associativo; individualmente o collaborando con altri professionisti ed in particolare con le ostetriche.


Iscrizioni corsi:

D.: Quando ci si può iscrivere ad un corso?
R.: Ci si può iscrivere in qualsiasi momento. La prassi ideale sarebbe di iscriversi con largo anticipo, anche a distanza di diversi mesi per evitare di trovarsi in liste di attesa. È possibile comunque iscriversi anche a ridosso della data del corso a cui si è interessati ma con la riserva che ci sia ancora posto.

D.: Dove trovo il programma con gli orari ed i costi di un corso?
R.:I programmi dei singoli corsi con il costo, la sede ed il docente/i,  si trovano entrando dalla home page selezionando i singoli titoli dalla lista dei corsi.

D.: Come posso iscrivermi?
R.: Ci si può iscrivere entrando nel nostro sito nella sezione ISCRIVITI ai corsi, compilando la scheda di iscrizione con i tuoi dati personali e selezionando il corso o i corsi desiderati.  Riceverai una mail automatica dal sito che conferma l’invio della richiesta che è stata inoltrata alla Segreteria del MIPA. La scheda di iscrizione ti dà la possibilità di collocarti nella lista dei partecipanti in ordine di data. Non è vincolante (infatti non viene richiesto alcun acconto) e l’inserimento dipenderà dalla reale disponibilità dei posti (a volte può esserci una lista d’attesa). Almeno 2 mesi prima della data del corso la Segreteria del MIPA invierà una email di effettiva conferma di inserimento nella lista dei partecipanti. Il pagamento dell’intera quota di iscrizione può essere effettuato in sede corso il primo giorno in contanti o con assegno bancario oppure alcuni giorni prima dell’inizio del corso tramite bonifico bancario.

D.: Posso iscrivermi contemporaneamente a più corsi?
R.: Si, è possibile iscriversi a più corsi anche con una singola scheda di iscrizione entrando nella sezione ISCRIVITI ai corsi.

D.: Se il corso che mi interessa è pieno e sono in lista d’attesa, com’è la prassi?
R.: In questo caso si viene avvisate da una mail specifica che informa di essere collocate nella lista di attesa e con la stessa si richiede la vostra disponibilità ad essere inserite quando si liberano dei posti. Nel caso ci fosse una lunga lista di attesa si attiverà una nuova edizione della quale sarete avvisate mantenendo una posizione di priorità.

D.: Non sono un operatore sanitario, posso partecipante ai vostri corsi?
R.: I nostri corsi sono aperti anche ad operatori non sanitari come quelli provenienti dalle scienze sociali, educative e motorie. Sono aperti anche a professionisti che lavorano a vario titolo nell’ambito del benessere e della prevenzione. Sono aperti anche a donne che vogliono sostenere alla pari altre donne e madri.

Invece, il corso sulle emergenze nel parto è aperto solo alle ostetriche e ai medici, mentre quello sul parto in casa solo alle ostetriche.

D.: Sono iscritta ad un vostro corso di formazione, ma ho un imprevisto e non posso più partecipare, cosa devo fare?
R.: E’ necessario avvisare tempestivamente dell’impossibilità a partecipare tramite una mail o una telefonata. Questo per dare la possibilità ad altre di occupare il posto qualora ci fosse una lista di attesa. Non viene richiesta alcuna quota. 


Pagamenti e fatture:

D.: E’ previsto un acconto per essere iscritte ad un corso?
R.: Non viene richiesto alcun acconto.

D.: Quando e come si paga l’iscrizione ad un corso?
R.: La quota di iscrizione viene richiesta in una unica soluzione la mattina del primo giorno del corso in contanti o con assegno.

Tuttavia è possibile pagare alcuni giorni prima dell’inizio del corso tramite bonifico bancario:

  • BANCA VALSABBINA  S.C.p.A. – Filiale: Botticino Sera (BS)
  • Iban: IT32E0511654131000000011412 – Intestato a MIPA Centro Studi Srl.

In questo caso si prega di inviare via mail o portare al corso l’attestazione di avvenuto pagamento.

D.: Se ho già pagato l’iscrizione ad un corso ma non lo posso frequentare, è previsto un rimborso? Con quale modalità?
R.: Si, è previsto il rimborso con una penalità del 20% per segreteria e spese bancarie. Tuttavia è possibile richiedere l’utilizzo dell’intera quota già versata per un eventuale altro corso o edizione successiva dello stesso.

D.: Sono studente universitario, è previsto uno sconto?
R.: Hanno diritto allo sconto del 50% sulla quota di iscrizione solo gli studenti frequentanti il primo corso di Laurea. Non usufruiscono dello sconto chi è fuori corso, chi frequenta un master, un percorso di perfezionamento, ricerca, dottorato e gli studenti lavoratori.

D.: Sono una neolaureata, senza lavoro, è previsto uno sconto?
R.: No, non sono previsti sconti.

D.: Mi basterebbe una ricevuta, è possibile?
R.: No, si rilascia una regolare fattura con iva 22%.

D.: Per farmi rilasciare la fattura quali informazioni devo fornire?
R.: La mattina del primo giorno del corso viene richiesta la compilazione di un modulo specifico con l’intestazione della fattura, il Codice Fiscale e/o la Partita Iva.

D.: Il corso mi verrebbe rimborsato dal mio Ente Pubblico (Ospedale, Consultorio, ASL…) quale è la procedura?
R.: In questo caso, essendo la fattura esente da iva, è necessario avere contatti preliminari con l’ufficio competente del proprio Ente per comunicarci il codice univoco, CIG e concordare le modalità per la fatturazione elettronica (obbligatoria per tutti gli Enti pubblici).


Pernottamento:

D.: Consigliate hotels o B&B per chi viene da fuori?
R.: I partecipanti possono provvedere autonomamente alla ricerca delle diverse possibilità di pernottamento. Tuttavia all’invio della conferma dell’inserimento nella lista dei partecipanti ad un corso, inviamo una lista di hotels e B&B che hanno dato disponibilità ad una convenzione col MIPA.


Sede dei corsi:

D.: Tutti i corsi si svolgono a Brescia?
R: La maggior parte dei corsi di formazione vengono svolti nella sede di Brescia in Via G.B. Tiepolo 21. Solo quelli di acquaticità in gravidanza e per bambini 0-12 mesi vengono svolti a Montegrotto Terme (PD). Alcuni corsi possono essere svolti presso altre sedi in collaborazione con Associazioni o altri Enti in altre città d’Italia (verranno comunque segnalati nella lista dei corsi).

D.: Come raggiungo la sede di Brescia con mezzi pubblici?
R.: Autobus dalla Stazione FS Brescia: uscendo dal piazzale della Stazione dei treni prendere autobus n. 12 Direzione Verrocchio. A seconda della fascia oraria l’autobus passa ogni 10 – 20 minuti. Tempo di percorrenza 20 minuti. Costo del biglietto Zona 1 valido per autobus e metropolitana €.1,40 durata del biglietto 90 minuti.

Via Tiepolo ha un’ unica fermata, davanti ad un parcheggio con alcuni campers. Per il ritorno alla stazione dei treni: direzione Fiumicello.

Metro e autobus: prendendo la metropolitana scendere alla fermata di San Polo. Da lì, a piedi si impiegano 10-15 minuti per arrivare al centro MIPA oppure come alternativa, all’uscita della fermata della metropolitana S. Polo, prendere Autobus n. 12 direzione Fiumicello. Scendere dove vedete parcheggiati i campers (percorrenza dalla metro 5 minuti max in autobus).

D.: Trovo parcheggio vicino alla sede?
R.: Si, davanti alla sede c’è un ampio, comodo e gratuito parcheggio.

D.: Com’è l’ambiente dove si terrà il corso?
R: I corsi si svolgono in un’ampia sala, a terra su un tatami con tanti cuscini anatomici o palloni grandi. Per chi avesse difficoltà a sedersi a terra ci sono sgabelli o panche. Ci sono due bagni, una stanza spogliatoio con armadietti muniti di chiave per lasciare in sicurezza gli effetti personali. C’è un’area break dove è possibile farsi un caffè o tisana con biscotti.

D.: Fornite voi il pranzo? Il pranzo è incluso nella quota di iscrizione?
R.: No, non provvediamo al pranzo e quindi non è incluso nel costo del corso. Diamo indicazioni su bar e ristoranti vicini alla sede dove poter andare.

D.: Posso pernottare nella sala del Centro, portandomi un sacco a pelo?
R.: No, non è possibile pernottare presso il centro.