TRAVAGLIO RALLENTATO

NUOVO CORSO

28 novembre 2019 a Brescia

Il rallentamento del travaglio, generalmente chiamato distocia dinamica e/o meccanica, rappresenta una deviazione dalle aspettative di progressione di un travaglio di parto. Èla prima causa di taglio cesareo nella nullipara, ed è associato a interventi quale accelerazione farmacologica dell’attività contrattile o applicazione di ventosa.  Rimane ad oggi tra i motivi principali, se non il primo, di trasferimento delle gestanti da centri nascita a conduzione ostetrica ospedalieri e territoriali o da casa verso le sale parto ospedaliere. È spesso causa di esperienza negativa della donna/coppia rispetto all’evento parto.

Il management del travaglio rallentato nei contesti ospedalieri è spesso standardizzato e prevede interventi medici come infusione di ossitocina, rottura artificiale delle membrane (amniorexi), a seguito spesso di diagnosi basate sui tempi dei partogrammi. Ma il rallentamento del travaglio è sempre espressione di patologia o può essere una manifestazione della fisiologia, della normalità unica del processo per quelladonna in quelmomento? Quali approcci possono offrire le ostetriche nell’assistenza al travaglio rallentato/distocico?

Obiettivo del corso:

Acquisire conoscenze sul travaglio rallentato/prolungato/distocico, sugli strumenti per la sua identificazione/diagnosi, sull’impatto del management principalmente adottato (interventi medici) sulla salute globale di donne e bambini, su approcci interventi olistici e non farmacologici per il suo trattamento adottati dalle ostetriche nel mondo e da poter utilizzare in ogni contesto.

Programma generale:

  • Il travaglio rallentato: problema reale o creato dal contesto?
  • Definizioni di tempo normale e tempo prolungato di travaglio nella storia
  • Le cause di un rallentamento del travaglio
  • Strumenti per la identificazione di un rallentamento: dal partogramma di Friedman all’osservazione della donna
  • Raccomandazioni internazionali in tema di assistenza al travaglio prolungato
  • Quali approcci usano le ostetriche oggi?
  • Il bisogno di un approccio olistico: dalla cura dell’ambiente, della relazione e dei bisogni essenziali all’uso di pratiche specifiche (es. posizioni/posture, rebozo, medicina tradizionale cinese).
  • Pratiche e riflessioni sulle esperienze

Docente:

Laura Iannuzzi, ostetrica dal 2001, è dottore di ricerca dal 2016 con PhD presso l’Università di Nottingham. La sua tesi di dottorato, con relatori la Prof. ssa H. Spiby e Dr. D. Walsh è focalizzata sugli approcci delle ostetriche al rallentamento del travaglio nei centri nascita italiani e inglesi. Precedentemente ha conseguito Master e Laurea Magistrale presso Università degli Studi di Firenze. Ha praticato fin da subito in vari contesti assistenziale da consultori territoriali a ospedali. Dal 2004 al 2019 ha lavorato presso l’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Careggi, nelle varie aree del Dipartimento Materno-Infantile specializzato nella cura di gravidanze ad alto rischio ma anche sede del Centro Nascita Margherita (uno dei rari centri nascita a conduzione ostetrica Italiani). Del Centro Nascita Margherita è stata responsabile ostetrica da agosto 2016 a agosto 2019. Ha collaborato alla creazione degli standard Europei dei Centri Nascita promossi e elaborati dal Midwifery Unit Network. Ha partecipato al programma del network europeo di ricerca COST Action IS1405 sulla nascita, condotto dalla Prof. Soo Downe dal 2014 al 2018. Già docente presso il Corso di Laurea di Ostetricia della Università degli Studi di Firenze e in programmi di Master dell’Università di Firenze e dell’Università di Milano-Bicocca, formatore allattamento OMS-UNICEF e di emergenze ostetriche della Regione Toscana, da settembre 2019 ha iniziato a lavorare come Lecturer in Midwifery presso la Bournemouth University, nel Regno Unito.

Orario:

Dalle 9.00 alle 18.00

Costo:

€. 100,00 + 22% Iva (Solo gli Enti Pubblici e le ASL sono esenti da iva solo con fatturazione elettronica).
Studenti 50% sconto sulla quota d’iscrizione intera (solo studenti del primo corso di laurea, munirsi del libretto universitario o altro certificato)

Sede: MIPA CENTRO STUDI a Brescia in Via Gian Battista Tiepolo 21